Equinozio d’autunno

Sole, mare, passeggiate in montagna, lunghe sere e notti in giardino a guardare il cielo costellato di stelle. Oggi arriva il cambiamento almeno a livello atmosferico, inizia l’equinozio d’autunno La parola “equinozio” deriva dal latino e significa “notte uguale” al giorno, ovvero la notte dovrebbe avere la stessa durata del giorno. In realtà  a causa di effetti di rifrazione atmosferica, il semidiametro e la parallasse solare fanno sì che negli equinozi la lunghezza del giorno ecceda, seppur di poco, quella della notte. Nell’emisfero settentrionale l’equinozio d’autunno cade generalmente o il 22 o il 23 settembre, ovvero quando il sole incrocia il piano dell’equatore terreste. Il punto dell’equinozio d’autunno è anche chiamato punto della Bilancia. Quest’anno l’equinozio d’autunno si verificherà lunedì 23 settembre alle 09:50 italiane. Dal punto di vista astrologico, con l’equinozio d’autunno l’entrata del Sole nella Bilancia, segno dell’Equilibrio, ci riporta al significato latino del nome. Cardinale e opposto al suo gemello primaverile, ci ricorda che questi sono gli ultimi giorni in cui le forze si bilanciano e che a seguire l’oscurità vincerà per i successivi sei mesi, sulla luce.  Approfittiamo pertanto delle giornate di sole prima di arrivare all’inverno vero e proprio

 

Inizia il mese di Agosto

Inizia oggi un nuovo mese del 2020 ! Al via Agosto  Agosto, 8° mese dell’anno secondo il calendario gregoriano, è costituito di 31 giorni ed è considerato tradizionalmente come il mese estivo per le ferie e le vacanze al mare ed in montagna. In questo anno saranno molte le persone che causa coronavirus resteranno vicino a casa, senza però magari rinunciare a un pic nic in montagna o un tuffo al mare, via quindi al mese più estivo dell’anno! Anticamente chiamato sextilis il sesto mese dell’anno del calendario romano, che cominciava da Martius, il mese fu rinominato augustus nell’anno 8 a.C., in onore dell’imperatore Augusto.

La cicogna

Piumaggio bianchissimo, lungo becco e grandi viaggi ad ogni cambio di stagione: ecco la cicogna bianca che, anche se non porta davvero i bambini ai loro genitori, rimane un animale davvero meraviglioso! La cicogna bianca è presente in tutta Europa e in Nord Africa, Asia Minore e Medio Oriente. Nel nostro paese è sparita nel tardo Medioevo per poi fare ritorno tornando a nidificare in Piemonte. Da quell’anno, la cicogna si è diffusa molto nel nostro paese fino ad arrivare a nidificare tra gli ambienti urbani di Milano. In Italia, la colonia spontanea di cicogne più numerosa si trova a Gela, in Sicilia.La cicogna, in Italia, è presente in Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Campania, Calabria, Puglia, Sicilia e Sardegna.Questi eleganti uccelli prediligono gli ambienti umidi, come le risaie e le lagune, e le pianure aperte con campi agricoli. Durante la stagione degli amori, invece, cercano zone ben soleggiate con strutture adeguate su cui costruire i nidi, per esempio alti alberi, tralicci, camini e tetti.Questi grandi trampolieri sono di colore bianco tranne per il margine delle ali, che è nero, e per il becco e le zampe, che sono di un arancione brillante. Quando sono posati gli adulti misurano 100-115 cm, con la metà dell’altezza che è rappresentata dalle zampe. L’apertura alare è di 155-165 cm e in media una cicogna bianca pesa 8 kg. Le cicogne sono monogame e la coppia resta assieme per tutta la vita. Sono uccelli migratori che raggiungono le zone riproduttive in marzo e aprile: il maschio arriva per primo e, in attesa della compagna, ingrandisce il nido utilizzato l’anno precedente.L’accoppiamento è introdotto da un rituale di corteggiamento in cui la testa viene gettata all’indietro e con il becco sono inferti rumorosi colpi al suolo. Sebbene migrino in stormi di migliaia di individui e durante la stagione degli accoppiamenti si formino colonie anche di 40-50 coppie, capita spesso che una famiglia si isoli dal gruppo per riprodursi. I nidi possono essere enormi e misurare fino a 2 m di diametro e 3 m di altezza. Ogni anno viene deposta una sola covata che conta da 3 a 6 uova. La schiusa ha luogo dopo circa un mese e i giovani lasciano il nido dopo circa 8-10 settimane.

 

Organizzare l’estate

Per chi organizza sempre pic-nic in giardino o anche per le gite fuoriporta che inevitabilmente organizzeremo al mare o in montagna, dobbiamo attrezzarci con cesti frigo che hanno al loro interno anche gli scomparti termici che ci fanno subito venire in mente le vacanze, in vista dell’arrivo dell’estate, che ormai è alle porte. Tanto colore e tante stampe divertenti per giocare ad arredare casa e i giardini con un infinità di accessori, a cominciare dalle lanterne, targhette di benvenuto, termometri ,segnavento, portavasi e porta fiori, e chi più ne ha più ne metta.. e che dire poi della tavola coloratissima e con un infinità di cesti e cestini, tantissimi anche gli accessori per la cucina, sempre con protagonisti i colori che ci danno allegria e ci fanno sentire che sta arrivando l’estate

 

 

FURTO “LEGALE”

Stanotte lancette in avanti di un’ora ruberemo un’ora in primavera per restituirla  in autunno, senza pagare interessi, Un’ora di luce in più, ma un’ora di sonno in meno alle ore 2, le lancette degli orologi dovranno essere infatti spostate un’ora in avanti. In termini pratici, posticipando l’orario dell’alba e del tramonto, inevitabile che la popolazione si divida in favorevoli e contrari, anche perché se i vantaggi sono rilevanti, gli svantaggi non sono da meno. . Prepariamoci, dunque, a dare il benvenuto all’ora legale, con tutto il suo bagaglio di vantaggi e svantaggi.003437 Orologio  a muro tondo con cornice CLO37