Arriva l’inverno dove collocare le piante

Non tutte le parti di una stanza sono uguali, così come non tutte le piante da appartamento hanno le stesse esigenze. Meglio non acquistare specie del tutto inadeguate all’ambiente che si può mettere a disposizione, perché si sciuperebbero anche se innaffiate e concimate con regolarità. In luoghi in cui c’è poca luce scegliete specie che tollerano una certa scarsità di luce come potos, schefflera, filodendri, sansevieria, aralia, monstera, anturio, spatifillo. L’aspidistra, una delle piante più adatte per le zone poco luminose, ha bisogno di un ambiente fresco, sotto i 18 °C, altrimenti il fogliame ingiallisce. Nelle stanze poco luminose le piante tropicali vanno collocate a non oltre 1 metro dalla finestra, mentre la distanza sale a 3 metri se la finestra è esposta a sud ed è colpita dal sole per alcune ore.Le piante da appartamento che hanno bisogno di molta luce sono indicate per esposizioni a est, sud e ovest, avendo cura di evitare i raggi diretti del sole. Se ciò non fosse possibile, interponete tra il vetro e le piante una tenda leggera bianca. Le piante da interno di taglia grande ficus o filodendri, ad esempio vanno invece posate per terra o meglio su una piattaforma con ruote, se si desidera ruotarli spesso, senza però spostare la pianta. Le piante da appartamento più piccole possono invece essere posizionate a livello delle finestre, in modo da raccogliere bene la luce. L’importante è non spostarle spesso, né collocarle in luoghi in cui possano venire urtate.La stanza da bagno, se ben illuminata, è il luogo ideale per molte specie di piante tropicali. In ambienti con elevata umidità prosperano felci, anturio, spatifillo e alcune orchidee La cucina è invece un ambiente difficile: non posizionate le piante in prossimità dei fornelli o degli elettrodomestici per via del calore eccessivo.Non è vero che le piante verdi da interno non possono essere collocate nella stanza da letto, e stato infatti dimostrato l’infondatezza della credenza che le piante assorbano di notte l’ossigeno. Al contrario lo emettono, arricchendo l’ambiente di umidità naturale e benefica.

 

Le scope lasciate per strada

In Cina c’è un blog davvero caratteristico che ha conquistato tutti. Si tratta di Brooms of China, un portale che ha come protagoniste le scope che vengono lasciate per strada. Si tratta di accessori per pulire realizzati in saggina, ma anche in bambù e in altri materiali, spesso molto fantastici. Le scope vengono lasciate per strada, abbandonate fuori dai negozi da commercianti sbadati, ma anche da casalinghe che sono state colte da altri impegni oppure da qualche bambino che le ha usate per giocare. Lasciate esposte alle intemperie e dimenticate, vengono omaggiate da questo blog molto particolare.Il creatore del portale ha dichiarato di averlo fatto perché sembrava che le povere scope si sentissero sole, così ha  scelto di fotografarle e pubblicare le immagini sul web. In breve tempo il blog Brooms of China è divenuto famosissimo. Le foto realizzate e postate d’altronde sono artistiche e sembrano raccontare storie lontane e romantiche. Vediamo la scopa di saggina abbandonata fuori da un bar. A chi apparteneva? Perché l’ha lasciata lì? Si vede poi un’altra scopa che sembra uscita da una favola e cavalcata dalla befana. Ogni foto viene illustrata non solo dagli utenti, ma soprattutto dall’inventore del blog, che trova sempre un modo divertente per presentare le foto. “Questo sito racconta la vita difficile delle scope in Cina” ha spiegato. Fra solitudine e abbandono, le povere scope vengono fotografate in mezzo alla strada, nei bagni, gettate sul pavimento di qualche locale, nei corridoi di un ospedale oppure accanto ad un cancello di un giardino. E chissà se in futuro qualcuno realizzerà un portale simile anche in Italia!

La luna nera

E’ la notte della Luna nera, la terza Luna nuova in una stagione. L’estate 2020 ha infatti quattro Lune nuove, contro le tradizionali tre che avvengono in ogni stagione. Generalmente usiamo il termine black moon per indicare la seconda luna nuova nello stesso mese, tuttavia l’espressione black moon viene utilizzata anche per indicare la terza luna nuova di una stagione che ha quattro lune nuove Black Moon non è un termine astronomico, ma negli ultimi anni è stato reso popolare dai social media. Secondo il sito norvegese Timeanddate non esiste un’unica definizione di Luna Nera come nel caso della luna nuova del 19 agosto 2020 queste lune nere sono un po’ più rare e si verificano una volta ogni 33 mesi.Le prossime lune nuove sono previste il 30 aprile 2022, quando si verificherà la seconda luna di quel mese, e il 19 maggio 2023 che sarà la terza luna nuova delle quattro previste in una stagione. Quindi tutti in giardino a frascheggiare comodamente seduti con lo sguardo al cielo che ci offre questi meravigliosi spettacoli

Dondolo da giardino: relax e divertimento.

Alzi la mano chi da bambino non ha passato ore ed ore su un’altalena da giardino. Poco importa se fosse quella dei giardinetti pubblici o quella realizzata dal nonno nella casa di campagna sfruttando una corda appesa ad un ramo robusto: l’importante era lasciarsi andare a quel dolce dondolio! Perché non riprovare le stesse sensazioni anche da adulti? Il dondolo da giardino, è una delle ottime soluzioni per godersi del sano relax, oppure per dedicare un’area giochi all’aria aperta ai propri figli. Acquistalo da www.ferrinigift.it

Perché scegliere arredamenti da esterno d’alluminio

Molto trendy, i salotti da giardino in alluminio offrono molti privilegi. Creati in uno stile elegante e moderno, questo tipo di arredamento per esterni è leggero e resistente. Dal set da pranzo ai divani e alle poltrone, ogni struttura in alluminio è facile da spostare e da riporre. Questo metallo, noto per la sua resistenza, è un vantaggio: può resistere al gelo, alle alte temperature e all’esposizione prolungata al sole. A differenza dei tavoli da esterno in ferro battuto o delle sedie in metallo, i mobili da giardino in alluminio sono resistenti alla ruggine. Solo le viti possono ossidarsi nel tempo. Per questo motivo è ancora consigliabile, in inverno, di conservare i mobili da giardino in un luogo asciutto e ventilato o coprirli Sul lato estetico, un tavolo da giardino in alluminio, che si distingue per la sua semplicità, può essere associato in armonia con altri materiali. Un articolo in nero o grigio antracite si abbina perfettamente al legno, come il teak massello o addirittura il polyrattan. Se le forme e le tonalità sono composte da più elementi, è possibile scegliere un modello classico, bianco sporco o nero-grigio, e portare il colore con una sedia o dei rivestimenti color pastello o luminoso come il verde anice, turchese o rosa.

 

 

 

Come pulire i mobili da giardino in alluminio

Facile  pulire, i vostri salotti dall’alluminio o le vostre poltrone, o lettini, vi diamo qualche consiglio e sarà  un vero piacere. Ma qualche macchia nell’uso della vita quotidiana può verificarsi. Per rimuovere le macchie di grasso, ad esempio, pulire il prima possibile con una spugna e acqua calda e sapone. È anche possibile rimuovere lo sporco profondamente incrostato con succo di limone o detergente alcolico per vetri. Sciacquare con acqua e asciugare con un panno. Dopo diversi anni di utilizzo, possono comparire dei graffi. Per limitare i loro effetti antiestetici, levigare delicatamente la superficie con carta vetrata a grana fine lungo la lunghezza della lama. Spruzzare la zona sabbiata con una spugna umida per rimuovere la polvere ed asciugare. Vuoi dare una nuova vita al tuo salotto da giardino? Per farlo risplendere, è molto semplice: immergere un panno morbido con un misto di detersivo per piatti e aceto bianco, in seguito strofinare la zona macchiata. Come regola generale, evitare prodotti abrasivi o a base di cloro o idrocarburi che potrebbero danneggiarlo.

Il paradiso a casa tua

Con l’arrivo dell’estate e in questo anno in particolare, il giardino di casa si trasforma in un angolo di paradiso tutto da vivere. A fare da corollario al contesto rilassante degli alberi e dei fiori scegli un salottino , elementi in vimini e accessori per aperitivi e cene. Rinnova ora il tuo ambiente all’aria aperta vieni a trovarci o cerca nella nostra selezione on line tutto quello che ti serve www.ferrinigift.it

La seppia

Diffusa su tutto il mar mediterraneo, la seppia è un cefalopode dal corpo allungato, appiattito,largo e munito di due pinne laterali, ha 10 tentacoli,8 dei quali corti e fornite di ventose. Nel mantello si trova il tipico osso di seppia eccezionale per i vostri uccellini che ospiterete nelle casette disposte nel vostro giardino o terrazzo. La sua colorazione varia a seconda dell’ambiente gli stati d’animo e l’età, non è raro trovare seppie bianche striate di nero o nere.Con il liquido contenuto nella loro sacca si preparano i tipici spaghetti al nero di seppia o il risotto, ma sono gustosissime anche al limone alla griglia e in guazzetto con il pomodoro, in umido abbinate ai piselli e nella classica ricetta Ligure in zimino con spinaci. Insomma se volete un piatto gustoso che vi porti al mare con il gusto e la fantasia avete l’ingrediente giusto