Magiche atmosfere

L’illuminazione ricopre un ruolo da protagonista quando si parla di creare calde e  magiche atmosfere. In un angolo marittimo, o in giardino  non possono certamente mancare dettagli come le lanterne, che  illuminano con stile e restituiscono all’ambiente energia positiva. Posizionatele in terrazza, per completare la bellezza di una mise en place apparecchiata per due o dislocate fuori all’aperto finche farà caldo per poi portarle all’interno e proseguire nel creare illuminazioni di qualità… acquistale da www.ferrinigift.it

Iniziamo bene la giornata

Iniziamo la giornata sempre con una colazione lenta, fatta di calore coccole  e sorrisi…  preparare dei muffin per la colazione, giocando e sorridendo, anche siete a casa oppure se siete in vacanza al mare  e magari fa brutto tempo. Perché possiamo trovare l’antidoto della serenità nelle piccole belle abitudini,e nel cioccolato… Ci piacciono le ricette #sprecozero e da realizzare con ingredienti che abbiamo in casa senza dover andare a fare spese non necessarie. Occorrono 180 gr farina, 25g cacao amaro, polvere lievitante ,cannella in polvere, 60gr zucchero di canna, una bevanda di soia senza zucchero 250 g 40gr olio extravergine di oliva 50gr cioccolato fondente, 1 Pera abate  Accendi il forno a 180° C. In una ciotola setaccia insieme la farina, il cacao, la cannella e la polvere lievitante. Aggiungi il sale. Miscela. A parte emulsiona la bevanda e l’olio. Trita al coltello il cioccolato, pela e taglia a cubetti la pera. Aggiungi i liquidi nella ciotola dei secchi. Incorpora con una frusta. Quando il composto sarà liscio e omogeneo, aggiungi cioccolato e pera. Mescola. Versa il composto nei pirottini fino all’orlo circa. Inforna e lascia cuocere per 20-25 minuti. Fai la prova con lo stecchino e sforna quando risulterà asciutto. Si conservano per 3-4 giorni chiusi in un barattolo, sono buonissimi accompagnati da un caffè un the e anche del latte.

Per favorire il sonno occorre mangiare bene e seguire alcune regole

A cena preferire cibi leggeri e cucinati in modo semplice perché un pasto abbondante o ricco di grassi aumenta i tempi di digestione, influenzando negativamente il sonno. Consumare alimenti che favoriscono il sonno come uova, pesce soprattutto tonno, latte, yogurt, formaggi, legumi e frutta secca. Questi cibi contengono triptofano, un aminoacido che stimola la produzione di serotonina, una sostanza che, tra tante funzioni, regola anche il ciclo sonno-veglia. Oltre a questi alimenti, è utile consumare cereali come orzo e riso, frutta, verdura ed in generale cibi che contengono carboidrati ovviamente prestando attenzione a non esagerare con le quantità perché contengono la vitamina B6 che favorisce l’assorbimento del triptofano Mangiare cibi ricchi di potassio e calcio che favoriscono un soddisfacente sonno fisiologico. Come consigliato dalle Linee Guida alimentari, diventa particolarmente importante consumare 5 porzioni tra frutta e verdura e 3 di latte e/o yogurt al giorno. Bere una tisana rilassate dopo cena: camomilla, valeriana, verbena, passiflora, tiglio o fiori d’arancio Evitare gli alcolici e le bevande eccitanti come caffè, tè. In generale tutte le bevande che contengono sostanze come caffeina, teina, taurina, sono eccitanti del sistema nervoso e quindi vanno moderate Non mangiare troppo tardi la sera. Sarebbe meglio andare a dormire dopo almeno 2 ore dal pasto e possibilmente sempre allo stesso orario. Abitudini regolari aiutano a mantenere un corretto ciclo sonno-veglia.

Anthénea

Un magico spazio per vivere momenti indimenticabili in perfetto equilibrio con la natura. È questo Anthénea, il primo albergo ecologico galleggiante al mondo. Brevettata in Francia, la sua struttura è alimentata da pannelli solari, gestisce ecologicamente le acque ed è dotata di un moderno sistema di domotica in grado di ridurre al minimo i consumi energetici. Suite di hotel di lusso, spa-room o spazio eventi, Anthénea è capace di soddisfare ogni esigenza dei suoi ospiti, rendendo la vacanza e il viaggio ancora più straordinari. La particolare forma del loft galleggiante richiama il design di una capsula ricoperta da una cupola. Con una superficie di circa 50 metri quadri, la suite si può spostare nel mare senza affondare, consentendo ai fortunati ospiti una visione panoramica dell’ambiente subacqueo. Anthénea può essere considerata una versione lussuosa, ma nello stesso tempo sostenibile, del turismo marittimo. L’interno di Anthénea è suddiviso in tre spazi abitativi: una zona diurna dotata di un bar e un salotto e arredata con mobili e divani, dove è possibile godere di una vista sul fondale marino grazie al pavimento a vetro; una zona notte con letto circolare e vasca da bagno; una zona relax nella parte superiore della cupola, raggiungibile grazie ad una scala, con all’interno un solarium attrezzato con divani in grado di accogliere fino a dodici persone.

Quando manca la bilancia

Quante volte vi sarà capitato di dover preparare un dolce e di non trovare da nessuna parte una bilancia? O magari la bilancia c’è, ma proprio in quel momento vi si scaricano le pile… Sicuramente è capitato a tutti in più di un’occasione, Per evitare che la torta si sgonfi, le crepes siano troppo salate, la pasta all’uovo sia solo uovo, ti veniamo in soccorso indicandoti diversi utensili da cucina che puoi utilizzare in alternativa alla bilancia per dosare o pesare gli alimenti.Il primo pensiero va alle caraffe graduate o ai misurini dotati di tacche, che segnalano le quantità di solidi o liquidi da misurare. Oppure puoi creare dei misurini “fai da te”: scoprirai presto come con cucchiaini, tazze e bicchieri puoi misurare tutto! Ecco una piccola tabella di conversione: per poter misurare gli ingredienti senza la bilancia. Per ogni ingrediente che abbiamo inserito, abbiamo scritto il corrispondente in grammi di un bicchiere, un cucchiaio o un cucchiaino. Abbiamo preparato la tabella prendendo come misurini un classico bicchiere per l’acqua tipo quello della nutella, una tazzina da caffè, un cucchiaio da tavola e un cucchiaino da, oggetti che tutti abbiamo in casa. Bicchiere e tazzina si intendono pieni, cucchiaio e cucchiaino si intendono colmi.

Usare oli di scarsa qualità per la frittura

Di tanto in tanto vi capita per una cena con amici in giardino, di scegliere la frittura per cucinare pesce carne e verdure? In questo caso è bene evitare oli di scarsa qualità e puntare direttamente sull’olio d’oliva. Alcune persone tendono a preferire altri oli per friggere, per una questione di risparmio, ma uno studio recente ha confermato che l’olio d’oliva è il migliore per friggere rispetto all’olio di girasole, all’olio di mais e all’olio di soia, sia in friggitrice che in padella.

La vita è adesso

A volte una canzone, il rumore del mare un luogo, il profumo di un piatto di pasta, ti riportano alla mente ricordi che sembravano cancellati dal tempo. E ti stupisci di ritrovarli lì, esattamente come ce li avevi messi …e con la loro valigia di emozioni negative o positive. Quante pagine scritte dentro la nostra mente…tutta una vita!! Pagine belle, che vorremmo rivivere come in una replica…pagine cariche di sofferenza che vorremmo strappare dalla mente. Ma il passato fa parte di noi…è noi e niente di quel che è stato può essere cambiato. Possiamo solo vivere il presente alla luce delle esperienze precedenti…cercando la felicità nelle piccole cose a partire da  un cielo stellato,  un tramonto sul mare  e traendo tutta quell’energia ,che spesso ci serve, da tutto ciò che di buono è in noi…..la vita è adesso…. buon fine settimana a tutti !!

I cani mangiano il cocomero ?

Estate tempo di frutta fresca e succulenta, ma come regolarci con i nostri amici a quattro zampe? Immaginate una vacanza al mare voi e il vostro cane che, godendosi un po’ di ombra, vi guarda ansioso di sbranare l’anguria a fette che vi siete portati da casa. Conosciamo bene quanto siano golosi i nostri cuccioli, ma se anche loro hanno voglia di morderne un pezzettino? Vero, con loro condividereste volentieri qualsiasi cosa, anche un pezzetto di rossa anguria, ma il problema è che non siete certi sia un frutto sicuro per il consumo canino, la tentazione di dare loro qualche pezzo di frutta fresca in giorni così caldi può essere forte. E allora, l’anguria è buona per Fido? Di solito la frutta non è una scelta popolare per un’alimentazione alternativa del nostro cane e il suo grande appetito non può in ogni caso portarci a dargli qualunque cosa, non fosse altro che alcuni alimenti potrebbero finanche avvelenarlo. Ma l’anguria, così come pochi spicchi di arancia, la mela o la banana, non rientra tra i cibi da non dare mai ai nostri cani. i cocomeri possono essere consumati non solo per il loro gusto ma anche per il loro valore nutrizionale e sì: l’anguria il cane la può mangiare, ma con un po’ di accortezze.