Verticale o orizzontale…

Quando sentite la necessità di inserire nella vostra abitazione una cassettiera, è perché avete bisogno di piccoli spazi ristretti in cui inserire cose piccole. Poiché elementi piccini in grandi spazi si perdono, allora serve una cassettiera. Quanti cassetti: due, tre, cinque? Secondo lo spazio a disposizione e delle vostre necessità sceglierete la soluzione più adeguata. La possibilità è di avere cassetti in linea verticale disposti uno sull’ altro per altezze anche rilevanti, oppure mantenere una quota di appoggio e di avere spazi contenitori affiancati uno all’ altro. Una cassettiera ben organizzata con i cassetti posti in pila uno sull’ altro, potrà essere predisposta ad avere il necessario per ogni giorno della settimana, in modo da non perdere tempo la mattina quando vi alzate La cassettiera classica invece, solitamente è costituita quattro cassettoni di dimensioni maggiori sia in altezza che in larghezza, che generalmente ospita non più di quattro spazi contenitori .Al suo interno è possibile inserire elementi di dimensioni maggiori rispetto al settimanale.La cassettiera nasce come elemento singolo da inserire secondo la necessità nelle diverse zone della casa: in bagno, in camera, in cucina, nello studio. Elemento pratico e versatile può anche essere associato a elementi modulari di mobili preesistenti.Può essere fonte di distacco e creare un punto di crash con lo stile dell’ambiente oppure richiamare con finiture o tinte i toni e le texture già esistenti.Associato in più elementi della stessa tipologia di arredo può dare vita a mobili completi come un arredo soggiorno o complemento cucina.

I colori secondo Feng Shui

Se devi rinnovare le pareti di casa ma non sai che colori scegliere prova con le regole del Feng Shui. Secondo questa antica arte orientale, l’arredamento e i colori scelti per una casa devono creare armonia tra interno ed esterno. Il termine Feng Shui significa “vento” e “acqua” e secondo la cultura cinese sono simboli di salute, felicità e benessere Le regole del Feng Shui sull’arredamento da scegliere vanno dai materiali, alla collocazione degli oggetti ai colori da usare stanza per stanza. Provali nella tua casa per ricreare un’atmosfera di pace e in sintonia con te stesso, iniziamo dall’ingresso il luogo dove avviene il passaggio tra l’esterno e l’interno dell’abitazione, dove vengono collocate delle consolle o piccoli mobiletti. Secondo il Feng Shui i colori ideali sono blu, verde, rosa con tonalità chiare e fresche. In soggiorno dove ci sediamo comodamente su poltrone e divani vanno preferiti i colori che favoriscono la convivialità. Via libera ai toni accesi dal giallo al rosso passando per l’arancione. Anche i colori della terra come beige e crema e le tonalità pastello favoriscono una sensazione di ospitalità e cortesia. Possono andare bene anche tonalità accese di verde e turchese. La cucina deve essere un ambiente vivace e stimolante. Il colore giusto è il giallo, energico e intenso, abbinato alle tonalità della terra. Può andare bene anche il bianco abbinato al verde.

Arredare con stile. Le cassettiere

Le cassettiere in legno non sono un mobile esclusivamente riservato alla camera da letto, ma possono anche essere trovate in soggiorno dove, in alternativa a comò, arredano con stile rispondendo allo stesso tempo anche a necessità di contenimento. Tra i cassetti della cassettiera in legno troveranno spazio oggetti per la tavola e la sala da pranzo, ma anche libri e documenti che desiderate tenere a portata di mano e che verranno ordinati con minuzia. Le cassettiere in legno massello, utilizzate per l’arredo del soggiorno, potranno essere anche sfruttate utilizzandone la superficie a vista per sistemarvi la televisione o una lampada da tavolo in stile vintage Un soggiorno curato ed elegante beneficerà di una bella cassettiera anche a livello decorativo, completando l’arredamento di interni di una casa. Se vorrete attribuire alle cassettiere in legno la opportunità di diventare degli eleganti porta tv, il consiglio naturalmente è di acquistare le cassettiere in modelli bassi così da rendere la visione del vostro film o serie preferita più comoda. La cassettiera in questi casi sarà dotata di solo due o tre cassetti ed avrà un’altezza che non supererà gli 80 cm, in cambio si svilupperà in larghezza, presentando una serie di tre cassetti in fila. Sulla credenza così posizionata in soggiorno troveranno naturalmente spazio tanti altri accessori e prodotti che appartengono ad un arredamento di stile: una lampada, un vaso di fiori oppure un vassoio ricco di candele.

Feng Shui vento e acqua

Da quando nasciamo entriamo a contatto con tutto ciò che ci circonda e ne siamo inevitabilmente influenzati, a volte anche inconsciamente. Su questa teoria si basa l’antica arte cinese del Feng Shui, che si proietta l’obiettivo di creare e arredare lo spazio abitativo in modo da influenzare positivamente la psiche e ridurre lo stress fisico e mentale al minimo. Il Feng Shui che vuol dire “vento e acqua”, è stato portato avanti da scuole che hanno sviluppato dei canoni precisi di architettura e arredamento, composti da regole articolate da seguire per ottenere un luogo abitativo adeguato alla nostra persona, affinché possiamo trarne quanti più benefici possibili. Per il buon andamento di questa tecnica si devono prendere in considerazione diversi fattori come il colore delle pareti o dei mobili, la posizione di quest’ultimi all’interno della stanza. Col trascorrere degli anni la filosofia orientale con il suo stile di vita e le sue arti mistiche si sta sempre di più diffondendo in occidente. L’arte del Feng Shui suggerisce di usare materiali quanto più possibili naturali il legno è il materiale più quotato insieme alla pietra e al metallo. In particolare in cucina andrebbero evitati i mobili troppo spigolosi a favore di quelli dalla forma fluida e arrotondata, il frigorifero andrebbe collocato lontano dal forno e la porta d’entrata sempre visibile a chi sta ai fornelli per dare tranquillità a chi cucina. In salotto, il divano dovrebbe essere messo di fronte alla porta d’entrata appoggiato contro il muro in modo da dare un senso di protezione a chi si siede e un senso di accoglienza a chi entra.

Arredare i piccoli spazzi

Alle prese con l’arredamento di una nuova casa… molto più piccola di quanto avreste desiderato? Niente panico! Vivere bene anche all’interno di metrature contenute è possibile e, con i giusti espedienti, può rivelarsi addirittura stupenda. Molte sono le strategie da mettere in campo in questi casi e riguardano non solo la scelta di “arredi furbi”, come sedie pieghevoli, tavoli estendibili all’occorrenza, paraventi e mobili con cassetti, divani-letto Per ottimizzare al massimo il potenziale dell’abitazione, sarebbe infatti opportuno procedere valutando tutti gli aspetti dello spazio interno: dall’illuminazione naturale a quella artificiale, dall’impiego del colore alla presenza dei dettagli tessili, senza trascurare le potenzialità connesse con l’altezza. Accortezze anche minime, inoltre, contribuiscono a incrementare lo spazio calpestabile, come nel caso delle porte scorrevoli o di intere pareti a scorrimento capaci di ridurre all’istante gli ingombri, di favorire la circolazione interna e l’adattamento dello spazio alle molteplici esigenze.

Stravaganti ristoranti

Lo sapevate che il ristorante più piccolo del mondo è in Italia? Si chiama Solo per Due ed il nome dice tutto. Il ristorante ha un solo tavolo per due persone e tutto lo staff, dallo chef al cameriere, è dedicato a voi. Il locale è sito nella casa di campagna del poeta Orazio ed è l’ideale per una romantica serata a lume di candela. Ogni paese comunque ha i suoi locali tipici ma siccome la concorrenza è grande, il management cerca tutti i modi per attirare i clienti. Nascono così i ristoranti stravaganti, aperti in delle location assurde o con arredamento e servizio a tema. I paesi dell’Asia hanno l’offerta più fantasiosa un esempio è Dinner in the Sky” di Bruxelles vi offre l’occasione di assaporare i piatti della cucina belga sospesi per aria, ad alta quota. Il ristorante arriva solo a 22 coperti, con l’obbligo di usare la cintura di sicurezza (Ci mancherebbe altro). Un pasto a persona costa circa 800 euro. Scendiamo dal cielo per andare in mezzo al mare. L’Hilton Maldives Resort ha aperto nel 2007 il primo ristorante subacqueo del pianeta, a cinque metri sotto il livello del mare. I clienti possono ammirare gli animali marini dell’Oceano Indiano e la barriera corallina. Insomma uscire dall’ordinario è possibile…

 

Mangiare nudi…bunyadi ha aperto a Londra

Un ristorante di Londra sta facendo parlare di sé anche prima della sua apertura, grazie alla sua politica di “vestiti opzionali”. Il Bunyadi, questo il nome del locale,  aprirà a giugno e starà aperto solo tre mesi, ma ha già ricevuto oltre 25.000 prenotazioni.Il locale avrà due separate sale, una per gli avventori vestiti e una invece per quelli che vogliono provare l’esperienza di mangiare senza nulla addosso. Seb Lyall, fondatore dell’azienda che ha lanciato l’iniziativa, spiega che l’idea è quella di proporre un’esperienza di liberazione e di contatto con la natura: “Le persone devono poter avere la possibilità di provare una serata fuori senza nessuna ‘impurità’: niente additivi chimici, niente coloranti artificiali, niente telefoni, niente elettricità. E niente vestiti, se lo vogliono”. In ogni caso, chi vorrà rimanere vestito dovrà comunque cambiarsi in un apposito camerino,delimitati da cannicci di bambù, per indossare una apposita tunica, e lasciare all’esterno tutte le “interferenze”, come il cellulare (ed ovviamente telecamere e macchine fotografiche).Il nome stesso del locale significherebbe “Fondamentale, Naturale”, e questo si riflette in primo luogo nel menu. Non solo le portate sono realizzate con ingredienti locali e metodi di cottura “naturali”, ma anche piatti e posate saranno commestibili. Anche la scelta dell’arredamento segue la logica “naturale”: questo è realizzato interamente con materiali quali il bambù,  e per l’illuminazione sarà usata solo la luce naturale.Un progetto dunque molto ambizioso, ammettono gli stessi ideatori, che però si dicono di vedere come si svilupperà la cosa. E a guardare le prenotazioni ricevute, si direbbe che Bunyadi sia destinato a diventare un successo.213565-bunyadi-3