Estate la passione si accende

Rinfresca, tonifica, lava e rigenera. Ma se la fai insieme al partner, è un tempo sexy di intima complicità la doccia e’ molto più di un momento rinfrescante e rigenerante. Può trasformarsi in un gioco ad alto tasso di seduzione, in cui infiammare la passione e creare i migliori presupposti per un incontro hot. Con pochi e semplici accorgimenti puoi farne un vero appuntamento d’amore. Organizza in bagno un ambiente rilassante: una giusta atmosfera aiuta a liberarsi dai pensieri della giornata, a suscitare emozioni e a stuzzicare l’eros.Le luci sono un elemento di grande importanza e aiutano a creare mistero e senso di intimità. Accendi qualche candela e, se ti piace, un po’ di incenso. Usa una candela aromatica o un olio essenziale. Non trascurare l’importanza della musica. Prepara una playlist con le vostre canzoni preferite, lo sorprenderai con un pensiero dolcissimo. Trovarsi in un ambiente diverso da quello domestico accende la fantasia e stimola la curiosità. Sei appena arrivata al mare nel tuo albergo trascinalo sotto la doccia: oltre a rinfrescarvi, farete partire la villeggiatura nel migliore dei modi. Scopri quanto è divertente e piacevole usare una spugna per massaggiare il corpo del partner mentre l’acqua vi scorre addosso. Parti dalle caviglie e risali verso l’alto, senza fretta e senza trascurare nessuna parte del corpo. E’ un modo per coccolarsi e godere un contatto pelle a pelle. Prepara in anticipo un olio aromatizzato per un massaggio hot da fargli dopo la doccia. E’ sufficiente versare alcune gocce di olio essenziale. E la routine quotidiana, a questo punto, non esisterà più.

La giornata mondiale dell’amicizia

Oggi si celebra uno dei legami più importanti nella vita delle persone: è la giornata mondiale dell’Amicizia. Istituita dall’ONU nel 2011 per promuovere l’amicizia tra i popoli, le persone, le culture e i paesi Di tutti i sentimenti, quello che lega tra loro due amici è il più puro e il più spontaneo. Ed è anche uno tra i legami più forti, e difficili da distruggere. Anche se, proprio come tutte le altre feste  dalla festa della mamma e del papà fino a San Valentino , anche la Giornata Mondiale dell’Amicizia ha il suo risvolto commerciale, fatto di feste dedicate nei locali e di particolari promozioni che, brand e compagnie telefoniche, dedicano agli amici. Tuttavia, il modo migliore per celebrare questo giorno, è dedicare del tempo alle persone che ci riempiono la vita. A quelle di cui non possiamo fare a meno. A tutte quelle persone a cui vogliamo bene anche se, forse, non glielo abbiamo mai detto. Dopo il rapporto con i genitori, ma prima delle relazioni di coppia, vengono le amicizie. Questo perchè l’amore arriva con la maturità mentre l’amicizia nasce fin dall’infanzia, magari con il compagno dell’asilo con cui giochiamo. Chi di voi non ha mai avuto un “miglior amico” o una “migliore amica”? Magari in età diverse, ma una persona con la quale ci confidavamo, alla quale chiedevamo consigli, con la quale affrontavamo le esperienze della vita, l’abbiamo avuta tutti. E se il rapporto era veramente profondo, anche se le scelte di vita hanno portato ad una separazione, quel legame speciale continua ad esistere: lontano dagli occhi ma vicino al cuore, al contrario dell’amore. L’amico vero non tradisce, è presente nel momento del bisogno e da’ tutto se stesso. L’amicizia andrebbe festeggiata ogni giorno, ma oggi, Giornata dell’Amicizia, è un’occasione in più per celebrare questo meraviglioso legame!

Rose rosse

Un mazzo di rose è un grande classico per dire ‘ti amo’ ad una persona, un fiore che va dritto al cuore, soprattutto  se arrivano in un’occasione speciale. Ma le amanti del giardino, anche, domestico potrebbero aver piacere a ricevere una pianta di rose da coltivare a casa propria, anziché un mazzo che, pur essendo romantico e scenografico,  posto nel giusto vaso, e curato amorevolmente, è destinato ad appassire nel giro di pochi giorni Un arbusto di rose da tenere in vaso, o da interrare in giardino, non è difficile da mantenere, perché si tratta di piante piuttosto resistenti e dalle esigenze limitate, ma occorre innanzitutto informarsi sulle specifiche varietà e su come cresceranno: se le volete coltivare in vaso, optate per una varietà a cespuglio piuttosto che rampicante o a ‘alberello’, per ovvi motivi di spazio e di effetto scenico. Particolarmente attraenti sono le roselline piccole, ma in generale quasi tutte si adattano bene alla vita in vaso. Quando le piantate o travasate, è importante che il fusto rimanga sotterrato per almeno 8 cm, perché le radici hanno bisogno di andare in profondità: acquistate un vaso adatto. Finché si abituano alla loro nuova ‘dimora’ hanno bisogno di essere abbeverate spesso, poi annaffiarle quando il terreno si secca. Durante la stagione della fioritura, ovvero l’intera primavera e alcune specie anche l’estate, occorre che prendano 4 o 5 ore di luce al giorno, anche se alcune varietà potrebbero preferire l’ombra. Se decidete di piantarle in giardino, è importante che le teniate lontane da altre piante perché non vi sia ‘competizione’ con le loro radici.

Colpo di fulmine, questo sconosciuto…

Per chi non sapesse dare una definizione al termine “colpo di fulmine”, eccone una descrizione evocativa: si tratta di un congegno di attrazione, non solo fisica, di un trasporto emotivo a 360 gradi che nasce nel momento in cui si incontra una speciale persona. Addirittura c’è chi sostiene che l’amore, per essere definito tale, debba nascere per forza da un colpo di fulmine, altrimenti se per innamorarsi o per capire di potersi innamorare di qualcuno si necessita di più tempo, la storia partirà già in netto svantaggio. Fascino: è quello che si subisce al primo incontro con la persona che scatena questo “fulmine”. Può essere dato da una stretta di mano, da un sorriso, da uno sguardo. E’ la prima impressione, che in questo caso non solo conta moltissimo ma  è davvero la chiave di tutto. Curiosità: quando si incontra un qualcuno che desta subito un certo interesse, si prova un’immediata voglia di saperne di più, di carpire di più in quel preciso istante, in quel primo incontro. Farfalle nello stomaco, gambe che tremano, ginocchia che cedono, cuore che batte: più che indici di un colpo di fulmine potrebbero essere i sintomi di un calo di pressione! Scherzi a parte, questi modi di dire sono perfetti per definire il senso di emozione, di fermento  che si provano nell’aver a che fare con una persona per la quale si prova innegabile attrazione. Sempre nei propri pensieri: è un vero amore a prima vista quando ci si ritrova a pensare insistentemente a quella persona, all’oggetto dei propri desideri. E lo è ancor di più quando si tende a carpire informazioni, anche in modo implicito, attraverso amici comuni e conoscenti. La voglia di incontrare nuovamente quella persona, collegata a fantasie sono le definitive spie di un fulmine che ha colpito il bersaglio. Si può tentare di spiegarlo ma quando arriva, il colpo di fulmine, sa farsi riconoscere alla perfezione. E non c’è definizione o guida tanto accurata quanto la sensazione di estasi che lascia al suo passaggio.

I single sono più sani

Più volte si è sentito dire da alcune persone che hanno raggiunto il secolo di età, che il segreto della loro longevità era da ricercare nello status di persone sole, nel senso di nubili/celibi; da uno studio effettuato è emerso che c’è una correlazione tra il non essere in coppia e l’essere più in salute. Sebbene la regola non sia valida per tutti, ma dipenda anche da molte altre variabili, come età, sesso, stile di vita, motivazioni per cui non si è in coppia e inclinazioni personali, pare proprio che i single siano più sani di chi vive con un compagno/a. Quindi altro che zittelle e zittelloni depressi, alla ricerca continua di affetto,  di dolci e cioccolato consolatorio, o che trascorrono notti insonni, gli scapoloni sono persone più in salute! Sia l’essere single che l’essere in coppia ha vantaggi e svantaggi, tuttavia pare che i privilegi dell’essere soli siano parecchi e spiegherebbero anche i benefici sulla salute. Lontani dallo spingere le persone a stare sole, in questo contesto ci limitiamo a riportare alcune informazioni tratte dalla ricerca, se la solitudine poi pesa allora difficilmente si starà bene come se in una relazione si litiga sempre si avranno conseguenze negative Le persone che non hanno un coniuge da “badare” hanno più tempo da dedicare all’attività fisica, al giardinaggio, ai loro hobby, a passare ore distesi a leggere un buon libro  Le ricerche confermano che le persone sposate dopo qualche anno di matrimonio tendono ad ingrassare perché hanno un’alimentazione peggiore rispetto ai single, che invece mangiano più sano. Inoltre chi vive una relazione infelice e deludente tende a vivere il cibo come consolatorio scegliendo alimenti dolci e alimenti ricchi di zuccheri, quindi che fanno male. Si sa che la vita di coppia, alla lunga, porta ad aver sempre meno vita sociale e i numerosi impegni famigliari allontanano anche dalle amicizie, a parte qualche cena tra amici si tende a diventare poltroni. I single, invece, avrebbero più contatti e questo li aiuterebbe a stare meglio ed in salute. Perché i single sono più sani? Perché hanno meno pensieri stressanti e angosce mentre chi ha una famiglia ha un maggior senso di responsabilità e un carico maggiore e lo stress è dannoso per la salute! Inoltre apre anche che i single fanno più sesso delle persone in coppia perché purtroppo la quotidianità porta al calo del desiderio.

Agli uomini piace mangiare quanto fare l’amore….

Prima di iniziare a cucinare, cercate di scoprire quali siano i suoi gusti, puntate sulla varietà dei cibi e non sull’abbondanza. Infatti un pasto pesante, è il nemico numero uno della seduzione, in quanto porta sonnolenza e compromette l’agilità Cercate di proporre un pasto completo, dall’antipasto al dolce, facendo piccole porzioni ed evitando cibi pesanti e ricchi di grasso. Una cena a base di pesce potrebbe essere l’ideale, ma evitate le fritture. Anche l’odore della casa ha il suo impatto importante sulla psiche dell’uomo. Prendetela con calma e fate trascorrere un po’ di tempo tra un piatto all’altro. Riempite questi spazi, gustando un buon vino cercando di rompere l’imbarazzo del primo appuntamento. Ma prima di tutto, è importante che la preparazione della cena venga organizzata in anticipo, in modo tale da avere del tempo a disposizione per voi stesse. Rilassatevi e con tranquillità scegliete il vestito giusto, e fatevi belle per questa cena romantica. Il primo appuntamento è molto spesso imbarazzante, rompete il ghiaccio con un’ aperitivo. Coinvolgete il partner, facendogli aprire una bottiglia di prosecco ben fresco, e guardandovi negli occhi brindate a questa serata. Evitate assolutamente di preparare un primo piatto con la pasta lunga, spaghetti, fettuccine… Arrotolare con la forchetta, in situazioni d’imbarazzo è molto difficile da controllare. Evitate alimenti che possano causare l’alito cattivo o gonfiore, come ad esempio formaggi, legumi, cavoli, e soprattutto aglio e cipolla. Create la giusta atmosfera con una musica di sottofondo, una luce soffusa ma non troppo e possibilmente dislocate candele profumate accese anche dentro a delle lanterne  Preparate o acquistate dolci “mignon” facili da mangiare anche in un sol boccone. Afferratene uno e fatelo assaggiare al partner direttamente dalla vostra mano. Raggiungete un contatto sempre più intimo, vedrete che l’imbarazzo sparisce e inizia il piacere della seduzione. Sedurre un uomo con il cibo, non è poi così tanto difficile. Ora sta voi, dare sfogo alla vostra creatività in cucina e alle tecniche infallibili di seduzione, per far cadere il partner ai vostri piedi.

Parliamo …d’amore

  1. Cos’è  l’amore, ve lo siete mai chiesti profondamente? È una domanda che ci siamo posti migliaia di volte, a cui spesso non riusciamo a dare una risposta. Se pensate alla parola Amore qual è la prima sensazione fisica che scaturisce? Si irradia il volto con un sorriso e poi l’energia che risiede nel cuore si riempie di gioia. A volte se chiedete a qualcuno cos’è l’amore  risponde con frasi tipo “non ne voglio più sapere” “guai a chi mi si avvicina!”. Il nostro meccanismo mentale alla parola amore fa subito emergere alla mente l’idea del partner, e di conseguenza proiettiamo su noi stessi il concetto di amore che abbiamo vissuto, e fatto nostro dalle esperienze passate. E’ sicuramente del tutto  normale, ma allo stesso tempo è limitante per descrivere un sentimento così grande. Avete mai pensato alla gioia e all’amore appunto che potete percepire a contatto con la natura, un cielo azzurro, un’immensa distesa d’acqua, il prato verde costernato di margherite del vostro giardino? Quel qualcosa che vi fa sentire tutt’uno con ciò che vi circonda? E l’amore per gli amici? Fatto tendenzialmente di rispetto e tolleranza, per non parlare dell’amore dei familiari, per i genitori i fratelli . Concretamente il concetto di amore, è quello vero, quello del tutto incondizionato, ovvero amare senza “se” e senza ” ma”, rispettare l’ altro per quello che è ed accettarlo senza remore e condizioni, accogliendone i difetti e le limitazioni, sia che si parli di partner o figli ma anche di compagni o amici.