Una nuova tendenza…non lavarsi

Per alcuni è un fattore di moda, per altri una scelta ambientalista. Per altri ancora si tratta della solita, vecchia pigrizia… Eppure ci sono sempre più persone al mondo che scelgono di non lavarsi. E aderiscono allo stile di vita connotato come unwashed. La regola di usare shampoo e sapone non più di una volta a settimana. Ma i più radicali possono anche fare una doccia ogni due settimane. Negli intervalli è concesso lavarsi, ma utilizzando soltanto acqua. Chi sceglie questa via, ambientalista o trendy che sia, ritiene che lavarsi ogni giorno sia solo una convenzione sociale inutile. Anzi, a tratti questa abitudine può anche essere addirittura dannosa. L’idea di usare poca acqua e di abusare ben poco del sapone è infatti una scelta ecologica, ma anche salutista. La pelle, così facendo, risulta meno esposta alle sostanze chimiche contenute nei detergenti, che possono inoltre eliminare i batteri buoni che vivono naturalmente sulla nostra pelle. È per questo motivo che la doccia viene consigliata ogni due o tre giorni, compatibilmente con il proprio lavoro e con il proprio stile di vita. In Italia uno scrittore  ha intrapreso questo percorso del “non lavarsi” Ha raccontato la propria scelta di farsi la doccia una volta al mese. Mentre continua a lavarsi le mani e le parti intime ogni giorno. Anche il giornalista Giuseppe Cruciani fa parte della schiera degli unwashed, così come l’ex presidente del WWF Fulco Pratesi. La questione dello spreco di acqua è sicuramente uno dei punti decisivi di chi sceglie di perseguire questa via etica. Per una doccia di 5 minuti vengono impiegati circa 75-80 litri di acqua. Anche per ogni minuto di doccia il consumo è stratosferico, per riempire una vasca da bagno occorrono circa 150 lt di acqua

9 pensieri su “Una nuova tendenza…non lavarsi

  1. Ho trascorso dieci anni della mia infanzia e adolescenza in un orfanotrofio.
    Ogni mattina ci lavavamo faccia, collo, orecchie, ascelle. Capelli, bidet e i piedi solo al sabato. Bagno o doccia una volta al mese. Con il sapone di Marsiglia. I denti dopo ogni pasto.
    Quando ero ragazzina, durante una vacanza al mio paesello, ho sentito una vecchia signora brontolare: “Io non le capisco le ragazze di oggi, sono sempre lì a lavarsi in mezzo alle gambe, noi ci lavava la levatrice quando partorivamo”.
    (Avrà usato un machete per aprirsi un varco in quel “cespuglio”?)
    Altri tempi, altre abitudini.

    Piace a 1 persona

    1. P.S.: Per la doccia, basta chiudere i rubinetti intanto che ci si insapona e riaprirli per il risciacquo.
      Per il bagno, non occorre riempire la vasca, 50, 60, litri sono sufficienti alla bisogna. Comunque sempre un grosso spreco, pensando a chi di acqua ne ha poca anche per bere. Lo sciacquone del water butta 10 litri di acqua ogni volta ed è potabile!

      Piace a 1 persona

  2. Questo è un argomento spinoso. Conosco persone che in periodo di caccia al cinghiale non si lavano appositamente perché questo spaventa meno i cinghiali. Appena esco dalla doccia il mio cane mi lecca sperando di togliere quella che per lui credo che sia puzza. Per me è un ottimo profumo di pulito. Decisamente sono punti di vista diversi. Comunque lavarsi non è solo importante per noi stessi ma anche per chi ci circonda…e che cavolo, ci sono certi puzzoni in giro che non si riesce a sopportarli! Lavateviiiiiii! Laura

    Piace a 3 people

  3. Sono d’accordo con Laura ci sono persone che se ti vengono vicine svieni dalla puzza di latrina, e che diamine….Per fortuna che per prevenire certe malattie i medici dicono di lavarsi,e voi dite di non farlo, ma a casa mia la misura esiste, altrimenti se ci comportassimo come animali , non saremmo uomini.I gatti per esempio si lavano in continuazione, prendiamo esempio da loro…..

    "Mi piace"

  4. diciamo che come tutti gli eccessi anche lavarsi troppo può essere dannoso, quindi in medio stat virtus, non ci sono regole per lavarsi, dipende dal momento e dalla necessità. D’estate per esempio, anche due docce al giorno, ma in inverno per chi fa una vita tranquilla e suda poco possono bastare anche due la settimana, integrate dai lavaggi quotidiani nelle parti di attrito, stando attenti ai detergenti, che siano di buona qualità. Lavarsi senza sprecare acqua è una buona norma.

    Piace a 2 people

  5. Penso che come hanno scritto alcune persone, dipende dal tipo di lavoro che uno fa e dal tipo di persona. Ovvero se uno suda in tutto il corpo, pur facendo un lavoro leggero, come l’impiegato penso che sia giusto farsi una doccia tutti i giorni.
    Per gli altri penso che sia sufficiente farla 2-3 volte a settimana e che si lavano “a pezzi” ovvero la faccia e le ascelle, il bidet ogni volta che si va di corpo… e i piedi.
    Dipende…. se uno non suda non vedo perchè si debba fare la doccia tutti i giorni ma cura l’igiene personale, tutti i giorni, con il lavandino e il bidet 🙂
    Trovo molto più “schifoso” andare di corpo e non farsi il bidet… e andare in bagno e non lavarsi le mani.

    Piace a 1 persona

  6. Da bambino, bagno una volta alla settimana, il sabato prima di cena. Che fosse quella la scelta più giusta? P.S.: in inverno forse .. non so. ma in estate, con il sudore e il caldo, come fai a non lavarti tutti i giorni? Bah!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...