Michel Nostredame meglio conosciuto come Nostradamus

Michel Nostredame conosciuto da tutti come Nostradamus era nato in Francia 1503 diventò medico e successivamente  si dedicò alla scrittura delle profezie. Molti ora sostengono che fosse un vero profeta, avendo predetto correttamente molti eventi accaduti dopo la sua morte, come la Rivoluzione Francese, il grande incendio di Londra, la prima guerra mondiale, l’ascesa di Hitler e Napoleone e anche i più recenti attacchi dell’11 settembre. Ed ora nella psicosi generale che indubbiamente cerca risposta, rispunta anche una sua profezia per quanto riguarda il Coronavirus. Nella quartina si legge: La grande peste nella città marittima non cesserà prima che morte sarà vendicata del giusto sangue per preso condannato innocente, della grande dama per simulato oltraggio”. Ovviamente a leggerla così l’unica parola che si potrebbe legare al Coronavirus, è quella di “peste”, ma ovviamente la traduzione da parte di chi sa “leggere” e interpretare queste quartine aderisce esattamente ai fatti che stanno sconvolgendo il mondo a causa di questo misterioso virus che provoca polmoniti mortali. Si parla di città marittima, ma Whuan è una cittadina che non sfocia sul mare, però chi ha tradotto questa quartina, associa “la città marittima” al fatto che il virus sia partito dal “mercato del pesce” della città cinese. Si sostiene anche che “la grande signora che viene menzionata, potrebbe essere l’ex ministro della sanità cinese Wu Yi, che era stato precedentemente nominato per affrontare il virus della SARS a prescindere dal fatto che le previsioni vengano sfruttate in maniera illusoria, la verità è che tutto ciò è molto inquietante. I seguaci credono fermamente che questo nuovo virus simile alla SARS sia una delle previsioni più spaventose fatte da Nostradamus, poiché sempre più persone sono colpite da questa piaga. Ma se fino a qui vi siete preoccupati, potete stare tranquilli, perché per il 2020 le previsioni di Nostradamus sono anche peggio.Viene infatti predetto anche il tentato assassinio di Donald Trump, una guerra in medio oriente,e le tensioni tra Iran e Stati Uniti non promettono bene ed infine anche un riferimento ad una nuova piaga oltre ad uno riconducibile a Papa Francesco come si legge nel seguente passaggio. Uno che né la peste, né l’acciaio sapevano come finire. La morte sulla cima delle colline colpita dal cielo: L’abate morirà quando vedrà la rovina. Quelli del relitto che desiderano afferrare la roccia. Per concludere nel migliore dei modi non dimentichiamo le previsioni sul cambiamento climatico, Il re rinuncerà alle foresta, il cielo si aprirà e i campi bruceranno per il calore”. Una frase che potrebbe profetizzare la distruzione della foresta amazzonica e l’assottigliamento dello strato di ozono..

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...