I cibi….non afrodisiaci

Non ci credete? Una importante rivista americana ha lavorato con la nutrizionista Elouise Bauskis per identificare gli alimenti che si dovrebbero totalmente evitare Tutti parlano dei cibi afrodisiaci che aiutano la libido e che andrebbero consumati in vista di una serata intima. Ognuno di noi li conosce ormai a memoria: dalle ostriche alle fragole, dagli asparagi allo zenzero. Ma nessuno parla mai degli alimenti che non andrebbero consumati, pena una serata in bianco. Perché ancora più importanti degli alimenti scaramantici, ci sono quelli inibitori che rischiano di fare andare in bianco e veder naufragare una serata nata con i migliori auspici dovrebbero assolutamente evitare. Dice la dottoressa Bauskis: molti latticini sono difficili da digerire e aumentano la produzione di muco. E con la pesantezza di stomaco non si va lontano… Alcuni si sentiranno pieni di energia, altri gonfi e lenti. Nel peggiore dei casi, possono portare all’aumento della flatulenza. Meglio evitare Cavoli e broccoli Il problema dei broccoli, che fanno benissimo e sono anticancerogeni, è che producono molto gas nel nostro corpo. E sono quindi controindicati in vista di un incontro amoroso Le patatine rilasciano energia molto rapidamente nel nostro sistema. Per questo motivo inizialmente potrai sentirti bene, ma poco dopo ti potresti sentire fiacco e senza forza. Inoltre, se sono state cotte in olio di cattiva qualità, possono provocarti sonnolenza e indigestione Con cautela il vino rosso può aumentare il flusso del sangue, aiutando a rilassare e abbassare le inibizioni. Ma, in quantità esagerate, può portare all’impotenza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...