Quando la passione finisce

Secondo alcuni ricercatori appartenenti alla Saint Louis University, negli Stati Uniti, quando viviamo una delusione a livello amoroso nell’organismo viene prodotta una grande quantità di dopamina. La ricerca, che è stata pubblicata sulla rivista Review evidenzia il ruolo del cervello nell’evoluzione. Gli studiosi ritengono che tale congegno sia coinvolto nel processo di selezione naturale e aiuti gli esseri umani a superare gli eventi negativi. Risollevarsi da un periodo nero è possibile. Il segreto? imparare a trasformare gli ostacoli in un’occasione per crescere e iniziare a vivere nel presente. Quando si vive una stagione d’amore felice l’organismo secerne sostanze come la serotonina, fortemente implicata nel buon umore. Le aree del cervello coinvolte sarebbero le stesse attivate dal consumo di cocaina. L’amore è come una droga, come è stato precedente messo in evidenza da un’indagine dell’University College, ecco perché quando una relazione finisce è necessario un vero e proprio periodo di disintossicazione. Datti tempo. Per superare la fine di una storia è necessario permettere alla sofferenza di seguire il suo corso. Non aver paura di esprimere le tue emozioni: rabbia, tristezza, rancore fanno parte di un mondo interiore a cui è vitale dare voce. Lo sport aiuta e non solo permette di scaricare la tensione. Esci di casa, cerca la compagnia di amicizie costruttive, vai al mare in montagna  cura te stessa con dolcezza e amore, che  ne hai bisogno.

Delusione d’amore, l’inutilità delle maschere

Quando arriva una grande sofferenza, come una grande delusione d’amore, la cosa peggiore che possiamo fare è resistere, far finta di niente, fingerci forti mentre abbiamo il cuore spezzato. Credere di aver reagito bene all’inizio, cacciandolo o cacciandola libersi di tutto quello che di suo avete intorno, illude e basta. All’improvviso, qualcosa si  interrompe: la  casa piombata nel disordine, arrivano le crisi gli attacchi lo stomaco si chiude, nessun piatto ci stimola la fame, e si pensa che il problema sia arrivato in quel momento.In realtà, è vero il contrario: quello che accade in questa fase, è ciò che succedeva, prima era una recita, che l’anima ha sgretolato con la forza che la contraddistingue. Il dolore è la prima cura per le delusioni d’amore, il cuore a pezzi la sua conseguenza. Un luogo comune assai diffuso raccomanda l’importanza di mostrarsi vigorosi nei momenti difficili, se non altro per ragioni di orgoglio: mi ha mollata o mollato  dopo 15 anni, non gli darò la soddisfazione delle  mie lacrime. Coerenti con questo ragionamento, molte persone che vivono una delusione d’amore nascondono il dolore, trattengono la rabbia, recitano il copione dell’indifferenza. Fino a che, d’improvviso, tutto crolla e un’atroce sofferenza ci scaraventa nella disperazione più nera. Avere  la sensazione di aver completamente perso il controllo; effettivamente è ciò che accade, ma è proprio quello di cui ha più bisogno per innescare un autentico processo di rinascita. Proprio così: non è possibile farlo se prima non abbiamo buttato via tutte le tossine emotive che ancora albergano nel nostro animo, e che ora stanno finalmente venendo alla luce attraverso il pianto