Uovo di Pasqua ripieno

Ormai è ufficiale: le restrizioni dovute al Covid-19 sono state prolungate e Pasqua e Pasquetta saranno celebrate in casa Ma la situazione di emergenza e lo stato di quarantena, per quanto psicologicamente difficili e stressanti, non devono compromettere il desiderio di festeggiare la Pasqua. Anzi, è in momenti come questi che bisogna cercare di mantenere lucidità e ritrovare quello spirito gioioso che contraddistingue le festività della Penisola che, come sempre, si svolgono attorno alla tavola. Cucinare un buon pranzo, infatti, può aiutare a sentire meno la mancanza dei propri cari, dando una parvenza di normalità anche in un periodo così peculiare. Ecco quindi qualche idea per festeggiare la Pasqua in casa, Occorrente: 500 g mascarpone ,150 g cioccolato fondente,6 tuorli d’uovo,140 g zucchero,300 g panna fresca da montare non zuccherata ,200 g savoiardi,300 g caffè della moka. Sciogliete a bagnomaria o al microonde del cioccolato fondente. Mettete in una ciotolina i tuorli, aggiungete lo zucchero e montateli fino a quando il composto non diventa chiaro e schiumoso. Aggiungete tutto il mascarpone e continuate a montare per amalgamare perfettamente tutti gli ingredienti. Prendete il cioccolato fuso precedentemente sciolto e mantenuto a temperatura  e incorporatelo al composto amalgamando con una frusta. A parte montate la panna e appena pronta aggiungetela al composto mescolando delicatamente dall’alto verso il basso. Riponete in frigo a rassodare. Preparate il caffè e i savoiardi. Prendete metà uovo ed utilizzatelo come contenitore per comporre il tiramisù Iniziate con uno strato di crema al mascarpone al cioccolato, ricoprendo bene il fondo, poi continuate adagiando i savoiardi dopo averli imbevuti leggermente nel caffè. Ripetete l’operazione fino a raggiungere il bordo dell’uovo. Replicate con l’altra metà. Conservate in frigorifero. Decorate a piacere con scaglie di cioccolato

Un nuovo trend “eclair”

Dalla colazione al finger food,: ecco come trasformare un classico della tradizione pasticcera d’oltralpe. La nuova frontiera della pausa pranzo sono gli éclair salati, che si mangiano in un lampo, mai sentiti o assaggiati? Ecco un nuovo trend, che promette di scalzare tramezzini e panini dal loro primato di cibo da mangiare alla scrivania, rendendo la pausa pranzo molto più chic. “Éclair” in francese vuol dire letteralmente “lampo“. Questa specialità francese lunga e sottile è fatta della stessa pasta dei bignè o dei profiteroles e viene riempita di crema e glassata in superficie. Normalmente si usa la crema pasticcera al cioccolato, al caffè oppure la panna montata, ma altri ripieni molto amati sono quelli al pistacchio, al rum, alla frutta, alle nocciole. Ma la cucina è un gioco, ecco allora che si scombussolando un po’ le regole e  nascono nuove tendenze. Così è successo al pasticcino d’oltralpe, che da qualche tempo non si mangia più solo a colazione, ma diventa uno snack, un finger food da aperitivo o un pranzo velocissimo grazie a farciture salate e gourmet. Alcune idee anche da replicare a casa possono essere con marmellata di pomodori verdi; gorgonzola e pere; mousse di ricotta e prosciutto cotto; robiola e mortadella; salmone e maionese aromatizzata all’arancia; mousse di tonno e maionese. A Milano il punto di riferimento è la pasticceria parigina L’Éclair de Génie, che nella capitale lombarda ha ben due sedi. Un nuovo trend da provare!