Sotto la doccia

Ti è mai capitato di arrovellarti a lungo su un problema, senza trovare alcuna soluzione, e poi, sotto la doccia, hai avuto un’intuizione creativa? Beh, non è un caso: ci sono ricerche scientifiche che spiegano il perché.Che cosa accade nel nostro corpo e nella nostra mente quando ci concediamo una doccia?La doccia rappresenta, quasi sempre, un momento di “transizione” nella nostra giornata. Alcuni la fanno al mattino, fresca ed energica, per iniziare di slancio il nuovo giorno, altri preferiscono la doccia serale, calda e rilassante, per allentare lo stress e la fatica della giornata. Ci sono anche persone, per la verità, che non optano né per l’una né per l’altra possibilità, ma questo è un loro problema almeno finché non si siedono vicino a noi in metro o in aereo. Nella doccia,di solito, siamo da soli, tranquilli, lontani da telefonate, email, notifiche SMS e WhatsApp, ecc.Il rumore regolare del flusso d’acqua facilita la riflessione e il libero scorrere dei nostri pensieri. Abbiamo maggior accesso, in questa situazione, a quello che lo psicologo Lawrence Kubie chiamava lo stato “preconscio”. Tornano alla mente, infatti, frammenti di esperienze passate, conoscenze, idee e sensazioni. In altre parole, “Siamo meno consapevoli dell’ambiente esterno e più consapevoli dei nostri pensieri“, come afferma John Kounios, appassionato studioso dei processi creativi. Corteccia “a tutta birra “La corteccia prefrontale risulta particolarmente attiva durante una doccia rilassante. Quest’area del cervello, come confermato dalle ricerche è dedicata all’apprendimento, alla pianificazione, all’adattamento alle nuove situazioni e alla previsione dei risultati delle azioni, sia positivi sia negativi.Sotto la doccia si verifica anche un notevole aumento del flusso di Dopamina. Grazie a questo incremento della dopamina, le idee fluiscono con maggior facilità, le intuizioni e le immagini mentali appaiono più chiaramente, la nostra mente, insomma, sembra attraversata da un flusso di energia creativa.. Il cervello sotto la doccia (così come quando svolgiamo compiti di routine, come guidare, correre, nuotare, ecc.) tende spontaneamente a rielaborare i dati immagazzinati, cercando nuovi accostamenti e nuove combinazioni. Ci piace terminare questo articolo con una battuta di Nolan Bushnell:“Chiunque si sia mai fatto una doccia ha avuto un’idea. E’ chi esce dalla doccia, si asciuga e cerca di realizzarla che fa la differenza.”

Un pensiero su “Sotto la doccia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...