Tenacia e determinazione

È come se un ladro ci avvertisse poco prima di rapinarci o arrivasse a sirene spiegate proprio come la squadra mobile, eppure fosse capace di arrivare al suo intento. Tentiamo di difenderci con citronelle, zampironi, piantine, fiaccole e candele ma la zanzara è un singolarità evoluzionistica. A dispetto del suo fastidioso difetto, il ronzio che segnala la sua presenza e precede ogni attacco è riuscita a diventare l’animale più mortale al mondo. Esistono 2.500 specie di zanzare, diffuse in tutto il mondo. Durante la stagione calda, il loro numero supera quello di qualunque altra specie animale. Se si escludono le formiche e le termiti. Sono quasi un milione le morti degli uomini causate ogni anno dalle zanzare. Le più temibili sono quelle del genere Anopheles, che trasmettono la malaria: un’epidemia che, ogni anno, uccide oltre 600 mila persone e ne debilita circa 200 milioni. Insomma, la zanzara è la dimostrazione vivente che le dimensioni non contano. Tenacia e determinazione possono tutto. Anche, trasformare un difetto in un punto di forza. Ce lo ricordano i segni delle punture in ogni parte del corpo