Minime, intelligenti e confortevoli

Seppur dalle dimensioni ridotte all’essenziale, con incastri degni di campioni di Tetris, con sedie, letti e tavoli che appaiono e scompaiono, le piccolissime abitazione sono tecnologiche e dotate di ogni comfort. Rispettose dell’ambiente, di case minuscole se ne incontrano in ogni angolo del mondo. Dismessi scuolabus, container abbandonati, rimorchi riciclati. Case con le ruote che si spostano da un luogo all’altro. Abitazioni-uovo che galleggiano sull’acqua, scatole tipo matrioske russe che contengono letti, sedie, tavoli. Insomma non c’è limite alla fantasia di chi crea queste “casa bomboniera”. Due sono le caratteristiche principali che non mancano mai: l’attenzione per l’ambiente e la necessità di poter attrezzare le mini case con ogni comfort possibile. Un’opportunità importate per poter fronteggiare casi d’emergenza e necessità.

Una casa di 17 mq …. si può

Una casa trasportabile di 17,2 mq con tante idee geniali per arredare i piccoli spazi Pod è un innovativo sistema prefabbricato e componibile progettato dall’archietto Clara da Cruz ‘Pod’ è una parola inglese che significa ‘bozzolo’. Poggia su una pedana di legno di 24 mq, che comprende anche una terrazza esterna. A seconda del terreno la pedana necessità di ancoraggi in legno o cemento, come qualsiasi casa prefabbricata. Questo è il blocco base di 17,2 mq che può raddoppiare oppure può essere unito ad altri moduli, a schiera o in parallelo. L’impianto elettrico e quello idraulico sono integrati nei pannelli, e necessitano soltanto dell’attacco esterno. Questa mini casa si trova in Sudafrica, a Johannesburg, i proprietari, una giovane coppia, hanno affittato un terreno e voilà! Tutte le parti sono studiate per essere facilmente trasportate e rispondere ai cambiamenti di vita di chi ci abita Per far entrare tutte le necessità di una vera casa in 17,2 metri quadrati è necessario che ogni spazio, anche minimo, sia organizzato per svolgere funzioni diverse: così, ad esempio, il corridoio di ingresso è in realtà la cucina, la mobilia è tutta studiata per sfruttare ogni piccolo spazio, il soppalco viene usato come studio ma all’occorrenza può ospitare un amico o essere attrezzato a lavanderia. Quando il tempo è bello, l’intera parete d’ingresso si apre con ante a libro: lo spazio si dilata, si sposta il tavolo e le sedie fuori e ci si pranza sembra di cucinare all’aperto le finestre  si aprono a bilico. Piccole, in proporzione con i mini spazi, ma numerose e distribuite nei punti strategici. Ognuna è una cornice diversa sull’esterno.