I cibi che ti aiutano a dormire

Da quando inizia l ‘inverno, la voglia di dormire aumenta, insomma per una ragione o l’altra siamo più propensi a stare sul divano davanti al camino che uscire.. E poi, le cene a tarda ora, gli eccessi di cocktail, vino rosso,bello corposo, i cibi speziati.A parte il “non strafare a tavola“, possiamo cercare di scegliere cibi ricchi di serotonina e melatonina, sostanze che hanno una funzione determinante per un buon sonno. La serotonina dipende dalla disponibilità di un amminoacido, il triptofano, presente in latticini, patate, uova, cereali integrali e frutta.Se siamo in montagna andiamo a nozze: una bella tazza di latte caldo con fiocchi d’avena e dormiremo come pascià. Se vogliamo proprio assicurarci una notte super tranquilla aggiungiamo una banana, ricca di potassio e magnesio, et voilà il gioco è fatto, riposeremo come ghiri.Se invece siamo al mare o in città ottimi anche una tisana o una bella camomilla, proviamo a equilibrare la nostra dieta. A pranzo privilegiamo le proteine e comunque i cibi che hanno tempi di digestione più lunga e la sera concediamoci un bel piatto di pasta, i carboidrati infatti favoriscono un buon riposo notturno. Buona regola anche aumentare il consumo di alimenti ricchi di magnesio: cereali integrali, verdure a foglia verde, come lattuga e cavolo dalle proprietà calmanti, legumi, pollo, tacchino, mele, albicocche, pesche.Sarebbe opportuno inoltre cercare di rilassare corpo e spirito almeno due ore prima di andare al letto: spegnere il pc, non guardare spettacoli o film troppo elettrizzanti, non assumere sin dal pomeriggio bevande a base di cola, caffè, e altri cibi eccitanti. E neanche frutta secca, ottima al mattino, la sera difficile da digerire. Che ne dite del caro vecchio libro cartaceo? Va bene sia difronte al cimino o al calduccio sotto il piumino in baita, niente gialli però!

 

La tisana per rafforzarci contro i sintomi influenzali

Per prevenire o velocizzare la guarigione dai sintomi influenzali o più semplicemente per rafforzare il nostro sistema immunitario, possiamo preparare un’ottima tisana all’echinacea, perfetta per proteggerci nei confronti di agenti esterni come virus e batteri. La tisana all’echinacea è consigliata durante i mesi più freddi, quando l’umidità e i cambi di stagione possono indebolire le nostre difese immunitarie, tanto da renderci deboli di fronte ai malanni di stagione. I fattori che causano tali debolezze sono il freddo, lo stress, l’abuso di antibiotici, alcune patologie e anche l’eccessiva esposizione solare. Questo comporta una maggiore suscettibilità alle infezioni, un ottimo rimedio per prevenire questa conseguenza, è quello di stimolare le nostre difese attraverso dei rimedi detti immunostimolanti. La tisana di cui stiamo parlando, è composta da echinacea, astragalo, timo e rosmarino. L’echinacea è in grado di rinforzare il sistema immunitario grazie all’attivazione di particolari cellule, che si occupano di digerire i microbi. L’astragalo stimola l’attività di altre cellule del sistema immunitario. Il timo e il rosmarino hanno proprietà antibatteriche e antisettiche. Queste piante hanno un’azione antinfiammatoria, antibatterica che favorisce per le vie respiratorie. Per la preparazione della tisana fate bollire in un pentolino 200 ml di acqua. Quando l’acqua bolle, aggiungete un cucchiaio del mix di erbe e lasciate bollire ancora per 3 minuti. Spegnete il fuoco, coprite il pentolino con un coperchio e lasciate in infusione per altri 10 minuti. Con l’aiuto di un colino a maglie strette, filtrate le erbe e gustatevi una bella tazza di tisana ben calda.