Come avere lavelli sempre puliti

I lavelli in acciaio inox sono molto diffusi: è un materiale moderno che si adatta perfettamente allo stile contemporaneo di una casa. Contiene però delle insidie soprattutto nella pulizia dato che, con l’utilizzo, la superficie si può riempire di aloni e impronte. Ecco perché è davvero necessario adottare delle strategie in modo che risulti sempre brillante e privo di macchie. Per la manutenzione e la pulizia dei lavelli in acciaio inox non utilizzate pagliette metalliche, sostanze abrasive e detersivi in polvere. Per evitate bruciature e macchie, non appoggiate mai sui piani pentole calde particolare attenzione va rivolto alle caffettiere ed evitare di trascinare sul piano oggetti che potrebbero rigarlo. Prestate attenzione anche nell’uso di coltelli o utensili affilati per i quali è utile utilizzare sempre un tagliere. Dopo ogni utilizzo pulite regolarmente il lavello con acqua tiepida, utilizzando un detergente liquido non aggressivo ed un panno morbido. Nell’uso quotidiano si forma, soprattutto sul fondo delle vasche, uno strato di calcare, via via sempre più spesso. Questo strato di calcare risulta molto poroso ed assorbente e quindi frequentemente macchiabile: la presenza di eventuali macchie sul fondo è attribuibile a questo accumulo di calcare, la cui formazione va assolutamente evitata decalcificando almeno un paio di volte la settimana il lavello. Evitate l’uso di detersivi che contengono cloro o suoi composti. Ad esempio, molti prodotti commerciali in  mercato contengono “ipoclorito di sodio” ad es. la candeggina: non utilizzate questi prodotti nella pulizia degli elementi in acciaio, poiché questi prodotti provocano ossidazione delle superfici trattate.

 

 

Un bucato morbido senza ammorbidente

Avere il bucato morbido e profumato quando aprite il cassetto, senza l’uso dell’ammorbidente non è così difficile, specialmente per le casalinghe. Il bucato migliore si ottiene con il lavaggio a mano ma per comodità spesso usiamo alla lavatrice. Abitualmente per ottenere il bucato desiderato in lavatrice si adoperano durante il lavaggio prodotti specifici: sbiancante, smacchiante e ammorbidente. Il risultato potrebbe sembrare buono, ma in compenso c’è un aspetto che non possiamo affatto sottovalutare: questi prodotti sono chimici! Ecco che nasce la necessità di utilizzare dei prodotti 100% naturali che rispettino l’ambiente, ma anche noi stessi.Quando si pensa ad un bucato fresco e profumato, viene con sé anche l’idea di morbidezza. La prima alternativa agli ammorbidenti chimici, reperibili in commercio, è il bicarbonato di sodio. Ottimo rimpiazzo dell’ammorbidente classico. Versiamo nel cestello un po’ di bicarbonato miscelato con acqua prima di attivare il lavaggio. Il bicarbonato ha il compito di rendere l’acqua del lavaggio più dolce, quindi abbasserà il livello di calcio contenuto in essa. In questo modo il bucato non indurirà a causa del calcare e risulterà molto soffice.Un prodotto totalmente naturale da utilizzare al posto dell’ammorbidente è l’aceto. Fate attenzione a non metterlo direttamente nel cestello della lavatrice insieme ai capi da lavare. Così facendo eviteremo che l’aceto venga in contatto con il detersivo, altrimenti renderebbero nullo reciprocamente il proprio effetto.Quando alcuni capi risultano molto duri, molto spesso la questione riguarda la loro elettricità statica. Si possono prendere in questi casi dei piccoli accorgimenti per ridurla o eliminarla del tutto. Se mettete un foglio di alluminio accartocciato all’interno del cestello, potrete avere dei capi molto morbidi. La stessa cosa vale se inserite due palline da tennis. Altro consiglio, suddividere i capi naturali da quelli sintetici, è possibile così mantenere ogni singolo capo soffice.L’acido citrico è l’ammorbidente naturale per eccellenza. Il composto si prepara semplicemente mescolando 500 ml di acqua con 3 cucchiai di acido citrico. Potete versarlo direttamente nello scomparto destinato all’ammorbidente. In questo modo si sortirà lo stesso effetto, se non migliore, di un prodotto chimico.

Come pulire la lavatrice e la lavastoviglie

Per pulire il cestello della lavatrice ed eliminare i residui di calcare possiamo utilizzare l’aceto versandone un bicchiere nel cestello e un altro nella vaschetta del detersivo. Avviate la lavatrice e fate un ciclo di lavaggio a vuoto. Potete utilizzare l’aceto anche per pulire la vaschetta e, in caso di muffa sulle guarnizioni, preparate una miscela di acqua e aceto che eliminerà anche il cattivo odore.L’aceto è un’ottimo rimedio per pulire e donare nuova freschezza anche alla nostra lavastoviglie. Versate una tazza di aceto sul fondo di essa che dovrà essere vuota. Fate fare un ciclo completo di lavaggio ad alta temperatura. Una volta terminato potrete riempire la lavastoviglie e utilizzarla come d’abitudine. Un altro modo per pulire la lavastoviglie con l’aceto è quello di mettere, nel cestello inferiore, una ciotola con 3 bicchieri di aceto, facendo fare sempre un ciclo di lavaggio completo, con la lavastoviglie vuota, a un’alta temperatura.Tornerà ad essere splendente sgrassata e pulitissima

Come pulire la lavastoviglie

Anche la lavastoviglie va lavata! Con tutta l’acqua saponata che vi scorre dentro ogni giorno, si potrebbe pensare che la lavastoviglie si pulisca da sé. Purtroppo non è così: se non si provvede a una regolare pulizia, lo sporco si accumulerà anche lì. La lavastoviglie potrebbe persino iniziare a emanare cattivi odori. Piatti  bicchieri e pentole escono pulitissimi, ma dove finiscono tutti i residui? Prima di tutto, ricorda di rimuovere dai piatti e dalle pentole tutti gli avanzi di cibo prima di metterli in lavastoviglie. Non è necessario pre lavarli, ma una pulizia sommaria eviterà che i residui di cibo possano causare problemi all’elettrodomestico. Per evitare che il grasso intasi il filtro, usa sempre delle capsule per lavastoviglie di buona qualità, molte si servono di una tripla azione liquida specificamente pensata per sconfiggere il grasso e lo sporco. In più, contribuiscono a tenere pulito anche il filtro, per mantenere la tua lavastoviglie pulita tanto quanto i tuoi piatti! Se però la tua lavastoviglie ha visto giorni migliori e presenta accumuli di calcare, scegli il prodotto specifico Come ben sappiamo, gli schizzi sono all’ordine del giorno, e col tempo la lavastoviglie può diventare opaca e sporca. Per mantenerla in condizioni ottimali, pulisci regolarmente la maniglia, il pannello e i bordi dello sportello. Ora che tutto è pulito e brillante, hai una fedele alleata

 

E’ crollata la “Finestra Azzurra”

Una vera, autentica catastrofe naturale. Le immagini hanno subito fatto il giro del web causando la tristezza di milioni di utenti. Malta deve dire addio alla sua “Finestra Azzurra”. Il famoso arco di pietra scavato dal mare che dominava l’isola di Gozo è crollato a causa di una violenta tempesta. A darne l’annuncio su Twitter è il primo ministro Muscat. Si trattava del luogo naturale più famoso di Malta e visitato da migliaia di turisti ogni anno. Era inoltre uno dei monumenti naturali più fotografati in assoluto. L’arco era apparso anche nella prima puntata di Game of Thrones, la saga tratta dall’omonimo romanzo E’ crollata per un’ondata di maltempo, la ‘Finestra azzurra’, l’iconico arco naturale che si affacciava sul mare dell’isola di Malta e che varie volte ha fatto da sfondo a varie serie televisive. Nessuna persona è rimasta ferita nel crollo, e questo è comunque bene sottolinearlo. Secondo il geologo Gatt a cedere è stato il pilastro di calcare che supportava l’arco e ha attributo la caduta all’erosione del mare. Il pezzo di roccia, sfondo favorito di tantissimi scatti, si è quindi polverizzato a causa di una forte tempesta. Da tempo era stato vietato ai turisti di camminarci sopra per non rovinare il precario capolavoro della natura, ma in molti seguitavano a salirci per scattare foto del panorama. Tempo fa era crollato anche uno dei simboli del Marocco e della perfezione assoluta della natura: l’arco di Legzira, che si apriva nella falesia ocra di una spiaggia dell’Atlantico. Anche lì la causa fu l’erosione.