Feng Shui vento e acqua

Da quando nasciamo entriamo a contatto con tutto ciò che ci circonda e ne siamo inevitabilmente influenzati, a volte anche inconsciamente. Su questa teoria si basa l’antica arte cinese del Feng Shui, che si proietta l’obiettivo di creare e arredare lo spazio abitativo in modo da influenzare positivamente la psiche e ridurre lo stress fisico e mentale al minimo. Il Feng Shui che vuol dire “vento e acqua”, è stato portato avanti da scuole che hanno sviluppato dei canoni precisi di architettura e arredamento, composti da regole articolate da seguire per ottenere un luogo abitativo adeguato alla nostra persona, affinché possiamo trarne quanti più benefici possibili. Per il buon andamento di questa tecnica si devono prendere in considerazione diversi fattori come il colore delle pareti o dei mobili, la posizione di quest’ultimi all’interno della stanza. Col trascorrere degli anni la filosofia orientale con il suo stile di vita e le sue arti mistiche si sta sempre di più diffondendo in occidente. L’arte del Feng Shui suggerisce di usare materiali quanto più possibili naturali il legno è il materiale più quotato insieme alla pietra e al metallo. In particolare in cucina andrebbero evitati i mobili troppo spigolosi a favore di quelli dalla forma fluida e arrotondata, il frigorifero andrebbe collocato lontano dal forno e la porta d’entrata sempre visibile a chi sta ai fornelli per dare tranquillità a chi cucina. In salotto, il divano dovrebbe essere messo di fronte alla porta d’entrata appoggiato contro il muro in modo da dare un senso di protezione a chi si siede e un senso di accoglienza a chi entra.

Arredare i piccoli spazzi

Alle prese con l’arredamento di una nuova casa… molto più piccola di quanto avreste desiderato? Niente panico! Vivere bene anche all’interno di metrature contenute è possibile e, con i giusti espedienti, può rivelarsi addirittura stupenda. Molte sono le strategie da mettere in campo in questi casi e riguardano non solo la scelta di “arredi furbi”, come sedie pieghevoli, tavoli estendibili all’occorrenza, paraventi e mobili con cassetti, divani-letto Per ottimizzare al massimo il potenziale dell’abitazione, sarebbe infatti opportuno procedere valutando tutti gli aspetti dello spazio interno: dall’illuminazione naturale a quella artificiale, dall’impiego del colore alla presenza dei dettagli tessili, senza trascurare le potenzialità connesse con l’altezza. Accortezze anche minime, inoltre, contribuiscono a incrementare lo spazio calpestabile, come nel caso delle porte scorrevoli o di intere pareti a scorrimento capaci di ridurre all’istante gli ingombri, di favorire la circolazione interna e l’adattamento dello spazio alle molteplici esigenze.

Una casetta …in casa….

Una casetta in camera la desidera ogni bambino. Perché vi vede un nascondiglio perfetto, uno scrigno per contenere i propri giocattoli… Ma può essere decisamente utile anche alle mamme, che possono usarla per “fare piazza pulita” di tutto quello che rovina l’estetica di un ambiente progettato e arredato con cura. Una casetta in camera può servire come ripostiglio per i giochi, ingombranti e non, ma anche come cabina armadio. Ed è davvero perfetta, per esempio, per accogliere e nascondere alla vista anche una vecchia cassettiera che non piace più. Cassettiera sempre utilissima in camera per riporre intimo e maglie, che non verrebbe così inutilmente relegata in soffitta o in cantina, ma riportata a nuova vita, con vantaggio anche economico. La casetta in camera  è un guarda roba su misura, anzi una piccola cabina armadio, realizzata in pannelli di compensato e al suo interno attrezzata internamente. Oltre ad un puff che è anche un contenitore ha al suo interno un bastone appendiabiti e da una cassettiera bianca (in questo caso quindi perfettamente coordinata ai mobili della stanza), decorata con simpatici stickers313c0c0f00_letto-casetta-bambini-arredamento-5-thumb-25255b1-25255d

 

Creare in casa uno spazio relax aiuta a vivere meglio

Osservando attentamente la tua casa non avrai grandi difficoltà a scovare un angolo dove poter creare una piccola zona relax. Se la casa lo consente, sistema un tavolino . Potrai utilizzarlo per leggere, cucire, o fare colazione: scegli un tavolo poco voluminoso e dalla forma ironico: se hai un vecchio mobile scartavetra e ridipingi, personalizza con il tuo gusto. Il segreto di un nido creativo è che, per quanto piccolo sia, deve essere uno spazio di gioco, dove rilassarsi, ritrovare il contatto con se stessi e andare a caccia di ispirazione. Per costruire il proprio comodo nido impossibile prescindere dal divano, che deve essere comodo e in grado di far posto a tutte le persone di casa. Spesso i materiali in pelle sono decisamente più costosi; se hai un budget ridotto orienta la tua scelta verso un divano in tessuto, che potrai rivestire con un tessuto del colore che ami. Se per il tuo angolo relax scegli una poltrona aggiungi un pouf, che occuperà meno spazio rispetto una struttura fissa, ma sarà utilissimo per distendere le gambe. E non farti mancare tanti cuscini, morbidi e di tante forme diverse. Usa le candele, la luce della fiamma viva è ancestrale e guida l’essere umano dall’antichità. Il legame che abbiamo con il fuoco e gli elementi della natura si sposa all’oscurità della notte, al potere dell’inconscio e tutto ciò che è segreto. Prova un brucia essenze con un profumo intrigante e posiziona tante candele, diverse per forma e colore, intorno e regalati momenti con atmosfere da fiaba.angolo-relax-3

Creativi e indispensabili

In principio utilizzati solo per raccogliere la biancheria sporca e relegate nel bagno di servizio, hanno acquistato nel tempo grande valore decorativo e invaso ogni ambiente della casa’¦stiamo parlando delle ceste di vimini. Grandi, piccole, rettangolari o dalla classica forma avvolgente.In realtà  però, se torniamo ancora più in dietro nel tempo, ci accorgeremo che già  in un passato remoto la cesta assolveva a diverse funzioni da quella di culla a quella di porta legna, oggi, oltre ai numerosi utilizzi pratici, si aggiunge il fattore decorativo da non sottovalutare.Dunque ecco dei suggerimenti per utilizzare le ceste nell’arredamento delle nostre case: possono diventare dei contenitori, semplici eppure affascinanti: portabiancheria in bagno, un contenitore per riporre cuscini e coperte in salotto o camera da letto; portariviste, ombrelli, giocattoli o contenitori utili a contenere qualsiasi cosa vi occorra.pennichella-7_160295.900x600

 

E’ sbocciata la primavera…

La primavera ormai è completamente sbocciata. Per arredare lo spazio esterno è di fondamentale importanza, la scelta dei mobili L’estetica ha tutta  la sua importanza, le ultime tendenze in fatto di design favoriscono la moda degli arredi realizzati in fibre naturali, di tendenza etnica, che creano l’immagine di un ambiente esotico. L’utilizzo di sostanze pregiate come ad esempio il rattan, il legno di palma intrecciato, pone qualche  problema essendo non molto resistente agli agenti atmosferici; chiunque conosca questo tipo di materiale sa esattamente che con il tempo si sfalda creando delle vere e proprie squame che rendono in pratica impossibile una pulizia accettabile. La moderna ingegneria dei materiali ha posto rimedio a questi problemi inventando il rattan sintetico, o polyrattan, una fibra plastica che ricopia in tutto e per tutto l’aspetto raffinato della fibra naturale eliminandone i difetti. Questo tipo di materiale è più economico e ha una resa decisamente superiore: è infatti molto resistente rispetto agli agenti atmosferici quali la pioggia o l’esposizione prolungata ai raggi UV. Inoltre si tratta di un materiale completamente atossico e dalla manutenzione velocissima: si lava infatti con una semplice spugna imbevuta di sapone neutro. Ciò assicura una adeguata igiene sia delle sedie sia soprattutto dei tavoli. Il rattan sintetico è quindi estremamente in grado di coniugare la praticità e la robustezza degli arredi in materiale plastico con un gusto sofisticato e alla moda.erba-giardino_NG4

Tendenze….

Shabby chic, è certamente uno degli stili più di tendenza in fatto di arredamento e che promette di essere uno degli stili più a desiderati di tutti! Ma cosa si intende precisamente con Shabby chic ? La traduzione letterale è “trascurato elegante”  ovvero uno stile che sembra essere trasandato e un po’ abbandonato a se stesso, ma che in realtà e molto curato! In pratica l’effetto shabby chic nell’arredamento di una casa è dato da dettagli e piccoli accorgimenti come i colori. Proprio la scelta e la cura dei colori con  cui arredare la casa non è affatto secondaria se si vuole avere una casa shabby chic: scegliete  colori chiari e tendenti al pastello. Lasciate che il colore principale sia il beige, l’avorio, il grigio chiaro e il bianco.Tra gli elementi d’arredo perfetti per evocare questo stile ci sono anche accessori che vi aiutano a rendere più vivibile la vostra casailovedecoration