Merende e snack

Nell’ambito dell’alimentazione vi sono due scuole di pensiero. C’è chi sostiene che i pasti nell’arco della giornata debbano essere solamente tre, ovvero un’abbondante colazione seguita poi dal pranzo e dalla cena, e c’è chi sostiene invece che debbano essere cinque, aggiungendovi una merenda a metà mattina e una a metà pomeriggio. Alla seconda scuola di pensiero appartengono soprattutto i pediatri che consigliano le mamme di frazionare i pasti dei loro figli, in modo da alimentarli al meglio nell’arco della lunga giornata. Tuttavia, quando si parla di merenda si deve intendere un’offerta equilibrata sia dal punto di vista nutrizionale che calorico, ovvero uno spuntino sano, ipocalorico, ricco di vitamine e sali minerali la frutta, ad esempio e povero di grassi. Essa non va interpretata come un pasto sostitutivo al pranzo o alla cena, ma come un qualcosa che abbia la finalità di spezzare la fame E questo “break” dovrebbe essere inteso all’insegna della varietà e alternanza degli alimenti. In molti casi, però, il momento della merenda si traduce nel consumo delle cosiddette “merendine”. Sono di varie dimensioni e vari ripieni che vanno dalla crema al cioccolato, dalla marmellata ai frutti di bosco, dalle gocce di cioccolato al latte, allo yogurt oppure cosiddette vuote. Si consumano dalla colazione sia fresche che confezionate e apportano diverse calorie. Patatine: molto amate dai bambini, soprattutto perché spesso commercializzate con un gadget in regalo, devono essere consumate con grande moderazione poiché aldilà dei vari gusti in cui vengono proposte dalla classica, al formaggio, dal “gusto pizza” alla paprika sono tutte sempre molto ricche di sale. A merenda è bene invitare i bambini a consumare un sano bicchiere di latte seguito da qualche biscotto, una merenda semplice ma buona, ricca di zuccheri a rapido assorbimento Le varietà dei biscotti sono tante da quelli più semplici fatti con farina, latte e zucchero fino a quelli ripieni di cioccolato, con gocce, marmellata, miele ecc. Stando alla  pubblicità, le merendine dovrebbero essere tutte “leggere”, Ciò non è sempre vero. Sarebbe quindi auspicabile che i genitori dessero delle regole alimentari ai bambini, e quando è possibile scegliere di consumare una merendina piuttosto che una fetta di pane con del miele o un yogurt o della frutta

Un pensiero su “Merende e snack

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...