La ciliegia un frutto goloso….che fa bene anche alla dieta

Le ciliegie sono un frutto estivo buonissimo, amato da grandi e piccini: come si dice una tira l’altra e fermarsi è proprio difficile  Se in questo momento con l’arrivo dell’estate e il mare che vi aspetta, siete a dieta, qualcuno potrebbe avervi messo in guardia dalle deliziose ciliegie ma anche di un piatto di  pasta a cena: dormite sonni tranquilli, perché questo frutto non sarà un problema nel vostro percorso verso la perdita di peso Le ciliegie hanno infatti un apporto calorico molto limitato 50 calorie per 100 grammi, quindi occorrerebbe mangiarne quantità improbabili per avere problemi con la dieta: al contrario, sono uno spezza fame ottimo e salutare. Le ciliegie possono solo farci bene: sono ricche di acqua e fibre, quindi aumentano il senso di sazietà, ma sono anche molte ricche di polifenoli, che svolgono una importante azione protettiva. Proprio così: queste sostanze entrano in gioco per proteggere la pianta e i suoi frutti dalle aggressioni esterne, primi fra tutti gli agenti atmosferici, e sono così efficaci da continuare a proteggere anche noi quando mangiamo le ciliegie!I fenoli iniziano ad aumentare man mano che la ciliegia diventa rossa, quindi la loro quantità è determinata dalla maturazione del frutto.L’azione antiossidante delle ciliegie è quindi importantissima nella prevenzione di malattie degenerative. Non solo: sarebbero anche in grado ridurre la concentrazione degli acidi urici e a prevenire la gotta.Le virtù di questo piccolo frutto sono quindi tali e tante da farlo inserire in qualunque dieta dimagrante che si rispetti. D’altronde per dimagrire sul serio, secondo gli esperti, questo è il segreto.

Elisir all’albicocca

Morbide, succose e profumate, le albicocche sono tra i frutti protagonisti dell’estate. Di colore arancione intenso, al momento dell’acquisto scegliete frutti con la buccia liscia e vellutata, con un buon profumo dolce.Il colore deve essere arancio intenso, con lievi sfumature rosse. Controllate che non vi siano ammaccature o parti verdi, indice di una scarsa maturazione. Quelle ben mature hanno una polpa leggermente cedevole al tatto ma soda, che si stacca facilmente dal nocciolo interno. A differenza di altri frutti, le albicocche una volta staccate dalla pianta non migliorano in aroma e sapore, il succo dell’albicocca è ricco di vitamina C, carotenoidi, potassio e magnesio per dare una sferzata di energia. Le albicocche sono inoltre una fonte di ferro, indispensabile per contrastare la stanchezza, e di silicone, un potente tonico per cute e capelli. Per un favoloso succo frulla le albicocche, le carote, la pesca e l’arancia in una centrifuga, quindi aggiungi la tintura di echinacea e il chaga in polvere o in alternativa, versa in un frullatore o robot da cucina e aggiungi l’echinacea e il chaga versa in un bicchiere e servi immediatamente!!